Calendario

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 

Link

DistrettoMultiplo108Italy

LCIF

LionsClubInternational

Rivista Lion

 

 

 

 

 

 

 

Claudia Conte e Riccardo Bon - Gazzetta della Martesana
La Partenza

"E' un'autentica Festa di Solidarietà" dice Claudia Conte Presidente del Lions Club Cernusco mentre guarda il sole splendente e conclude " è fortemente voluta da tutti noi, dagli amici volontari e dagli Sponsor attenti ai nostri valori. Trova sempre una risposta incoraggiante tra le famiglie ed i giovani di ogni età. La grande adesione da un valore enorme al nostro impegno che affronta sempre nuove sfide alla nostra volontà e capacità di servizio".

Scrive la Gazzetta della Martesana:
"Avranno fatto gli scongiuri gli organizzatori della Maratona del Naviglio (Atletica Cernusco e Lions Club Cernusco), dopo il tempaccio che ha colpito il Nord Italia nelle ultime settimane. Ma, quasi come un «regalo dal cielo», parole ripetute più volte dal papà della corsa, Adolfo Rotta (Melvin Jones Fellow, ndr), domenica mattina al centro sportivo «Gaetano Scirea» il sole splendeva alto. E, vista la possibilità di usufruire del primo caldo di questomaggio, in molti non si sono fatti scappare l’occasione di partecipare a uno degli eventi podistici più importanti lungo la Martesana; a conti fatti si parlava di oltre 2.500 iscritti, tra gare competitive e non. Tutti pronti per correre,ma anche per fare della solidarietà, vero motore della macchina organizzativa. Come ogni edizione, infatti, tutto il ricavato della manifestazione sarà devoluto in Service; destinatari di quest’anno sono l’ospedale «Uboldo» di Cernusco, che ha potuto così acquistare un ecografo pediatrico, e i Comuni toccati dal percorso di Cernusco, Vimodrone, Cassina de’ Pecchi e Gorgonzola, per dotare di defibrillatori i propri centri sportivi. Il via ufficiale alle 9 e qualche minuto, con il sindaco di Cernusco Eugenio Comincini starter della competizione, come già avvenuto in passato; tutti insieme in partenza, professionisti, amatori e bambini delle scuole della zona, in un’unica massa umana che, all'uscita dal campo, sembrava non finire mai. Passati neanche 20 minuti e si sono visti i primi arrivi, con la 3 km delle scuole elementari, in cui gareggiavano padri e figli, seguita dalla 8 km delle medie. Via via poi sono arrivati tutti gli amatori, tra chi sembrava sfinito e chi aveva ancora forza per scherzare. E sotto l’arco del traguardo si sono viste cose di ogni tipo: persone in corsa col cane, ciclisti, mamme con passeggino, perfino una cooperativa che, simpaticamente, sosteneva i propri ragazzi sprintando con una bandiera al seguito negli ultimi metri. Tutti sull'attenti, però, nel momento culmine della mattinata, per l’arrivo della 21 km competitiva Fidal; un finale che ha stupito un po' tutti, con gli atleti Lahcen Mokraji (Daini Carate Brianza) e Kaddour Slimani (Atletica Casone Noceto) che entrano in pista appaiati, decidendo poi di terminaremano nella mano, in un gesto fraterno accolto da un fragoroso applauso. I centesimi, però, hanno premiato il caratese, che così si concede il bis. «Dopo la vittoria dell’anno scorso - esordisce il classe '79 di Casablanca - bene anche questa volta. Il percorso è veramente bello, anche se piatto e non duro come pensavo,ma con tanta gente intorno a supportarci». Contento anche il marocchino naturalizzato italiano Slimani, già campione nazionale di campestre nel 2010: «Bel percorso e bella giornata, fresca ma col sole, un buon allenamento per le prossime gare. Fino ai 12 km siamo rimasti in gruppo, poi abbiamo cambiato ritmo e siamo scappati, arrivando insieme». Con l’arrivo dell’ultimo atleta, anche il presidente dell’Atletica Cernusco Roberto Ambrosoni commenta la riuscita della gara: «E’ andato tutto bene, dopo che ieri durante il sopralluogo abbiamo notato molte buche, causate dal maltempo. La pioggia ci ha concesso una tregua, regalandoci una giornata non caldissima, ma di sole».
Riccardo Bon - Gazzetta della Martesana