Calendario

L M M G V S D
 
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
 
 

Link

DistrettoMultiplo108Italy

LCIF

LionsClubInternational

Rivista Lion

 

 

 

 

 

 

 

Milano, 28 giugno 2013 – Nato nel 2009 per volontà dei Lions, con l’ambizioso obiettivo di rispondere a due emergenze del nostro paese, il rapporto tra etica sociale e giovani e la mancanza di lavoro e sbocchi professionali, il Lifeability Award (www.lifebilityaward.com) è giunto quest’anno alla sua terza edizione, che si è conclusa il 26 giugno con la premiazione di 6 tra i 183 progetti ricevuti, con l’assegnazione di 12 stage a giovani laureati e con un riconoscimento speciale aggiudicato al progetto a maggior impatto sociale.
Ha così commentato il premio Pier Andrea Chevallard, segretario generale della Camera di Commercio di Milano: “La Camera di Commercio di Milano partecipa al premio Lifebility Award perché contribuisce ad avvicinare i giovani al mondo delle imprese in modo che possano sviluppare una progettualità mirata ad alcuni settori centrali per la competitività dell’economia milanese”.
Il concorso premia progetti e idee innovative sostenibili e sociali proposte da giovani tra i 18 e i 30 anni, orientate al miglioramento, alla semplificazione e alla fruibilità dei servizi pubblici e privati della comunità. I giovani possono presentare progetti che devono rientrare in 6 categorie: Energia e Ambiente - Trasporti e Mobilità - Comunicazione, Immagine e Design - Bioingegneria e Biotecnologie - Nutrizione e Qualità della vita - Turismo e Beni Culturali.
I vincitori della terza edizione del Lifebility Award hanno ricevuto o un premio in denaro del valore di 5.000,00 euro o uno stage presso uno degli sponsor dell’iniziativa o un supporto allo start up di impresa, per realizzare il proprio progetto. Inoltre, è stato erogato a 36 giovani, tra quelli che hanno presentato i propri progetti, 6 per categoria, un corso con un tutoring della durata di 1 mese condotto da tutor Prospera, per imparare a concretizzare la propria idea sviluppando un business plan.
Quest’anno la giuria del premio, composta da personalità istituzionali e d’impresa, ha anche istituito il premio speciale Social Plus, che è stato assegnato al progetto a maggior impatto sociale votato dal pubblico. Il progetto premiato è stato “Piano alimentare personalizzato ricco di antiossidanti prevenzione osteoporosi” sviluppato da Eleonora Cremonini, Arianna Romani e Carlo Cervellati laureati presso l’Università degli Studi di Ferrara. http://www.lifebilityaward.com/progetti/nutrizione-e-qualita-della-vita/
Molte le istituzioni e le aziende che hanno voluto aderire a questa iniziativa, per dare un supporto concreto ai giovani e al loro inserimento nel mondo del lavoro. La terza edizione del Lifebility Award ha avuto il patrocinio della Camera di Commercio Milano e della Camera di Commercio di Firenze, ed è stato sostenuto da aziende come: ATM, BMW, Bracco, Cubit, Carbon Sink, Fondazione Carsana Lecco, GE.RI., Olivetti, Promos, Santander, SEA, Serravalle Technologies, Zepter e da incubatori come POLIHUB e Make a Cube.
“Il Lifebility Award non solo valorizza le idee dei giovani, ma offre loro l’occasione concreta per entrare in azienda dalla “porta principale”, ha dichiarato Paolo Cederle, membro del comitato direttivo di Prospera. Ognuno di noi dovrebbe moltiplicare gli sforzi per appoggiare progetti come questi, riducendo al minimo il tempo per altri titoli, magari più roboanti, ma che non hanno un impatto immediato come appunto il Lifebility Award”.
Ha aggiunto Enzo Taranto, presidente del Comitato Lions Lifebility Award: “Questo premio è stato accolto dai giovani come un’importante occasione per portare un reale cambiamento nella cultura della solidarietà e per entrare in contatto con il mondo del lavoro. Infatti, alcuni dei giovani che hanno partecipato alle scorse edizioni del concorso hanno trovato un impiego, perché sono stati assunti nelle aziende dove hanno svolto lo stage”.