Calendario

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
 
 
 
 

Link

DistrettoMultiplo108Italy

LCIF

LionsClubInternational

Rivista Lion

 

 

 

 

 

 

 

“ I giovani e la  sicurezza stradale ”

PREMESSA

Nonostante le campagne di stampa e gli inviti alla prudenza, alla responsabilizzazione di chi guida e alle raccomandazioni di far guidare chi è sobrio, la perdita di vite umane al ritorno dalle discoteche o dai luoghi di divertimento non accenna a diminuire.

Secondo l’Istituto superiore di Sanità le cause principali delle morti su strada sono da imputare ad incidenti provocati da conducenti in stato psicofisico alterato ( 30% del totale dei sinistri che avvengono in Italia ) ed alla velocità elevata.

Gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i giovani e per coloro che hanno meno di 40 anni. Si verificano in particolare nei fine settimana, soprattutto estivi, e nelle fasce orarie tra le 22 e le 6 del mattino. Gli incidenti più frequenti e più gravi avvengono sulle strade urbane.

Purtroppo la sottovalutazione del pericolo è molto forte anche in chi è nel pieno possesso delle proprie facoltà psico-fisiche. Spesso nel giovane c’è la convinzione che “ tanto a me non può succedere, sono troppo bravo e accorto ”. E se questo è vero in colui che è sobrio possiamo immaginare quale possa essere la reazione incosciente di chi è alterato dall’alcool o da droghe.

Malauguratamente il fenomeno sta coinvolgendo fasce di ragazzi e ragazze sempre più giovani, in un crescendo preoccupante.

La velocità eccesiva: ci sono 10 chilometri all’ora tra la vita e la morte. Dieci chilometri, una pressione impercettibile sull’acceleratore. In città a sessanta all’ora, come dimostrano i crash test e le statistiche dei decessi, non c’è scampo. Ogni giorno in Italia muoiono mediamente due pedoni.

L’ONU ha lanciato un grande obiettivo per la fine del 2020: quello di dimezzare i morti sulle strade.

Sicurezza Stradale significa salvare vite umane. Eppure l’Italia è il fanalino di coda in Europa nella spesa annua pro capite ( 1,5 €  rispetto i 25 € della Svizzera e i 22 € della Francia) Fonte: Libro Bianco della Sicurezza Stradale

Sono 13.500  ogni anno , 135.000 negli ultimi 10 anni!

Questo è il numero impressionante dei giovani tra i 15 e i 24 anni che ogni anno perdiamo sulle strade del nostro Paese, o perché perdono la vita nell’incidente o perché, e sono la maggior parte, rimangono gravemente invalidi e destinati a passare in un letto o su una sedia a rotelle il resto della loro vita.

Davanti a numeri come questi, a questo grave problema sociale, noi Lions non possiamo stare a guardare: abbiamo il dovere morale di attivarci in prima persona.

Il Congresso Nazionale di Genova ha votato come Service Nazionale 2012/2013 il  progetto : “ I giovani e la sicurezza stradale ”e quello di Taormina  lo ha confermato come Service di Rilevanza Nazionale.

IL  PROGETTO :

Il Distretto 108 1b4, Milano e Provincia,  a supporto del Service di Rilevanza Nazionale Lions e con il fine di aiutare le scuole a combattere e prevenire il grave problema sociale dei troppi giovani che muoiono o rimangono gravemente invalidi a causa di incidenti stradali (ogni anno 13.500 giovani tra i 15 e i 24 anni),  tramite il Comitato Distrettuale,  e con il coinvolgimento attivo  dei Club del Distretto, organizza corsi gratuiti di educazione e prevenzione stradale  in partnership con Progetto Vita di Alessio Tavecchio.

Tipologia degli Incontri di Educazione di Prevenzione Stradale PROGETTO VITA:

  • Incontri formativi “Progetto VITA – Non rischiare di pensarci dopo”, corsi conformi al Programma Ministeriale   ‘Cittadinanza e Costituzione’ attivi sul territorio nazionale dal 2000.
  • Corsi tenuti da Alessio Tavecchio, professionista nel campo della Prevenzione Stradale ed ideatore di Progetto VITA che porta anche la sua testimonianza personale: un incidente stradale lo ha costretto su una sedia a rotelle dal 1993.
  • per ragazzi che hanno appena conseguito il Patentino ’educazione stradale consapevole’ (3° media e 1° superiore), perché sono i più esposti a rischio incidente.
  • Elementari: Un sogno per la vita - Incontro di 2 ore con alunni e insegnanti (1 e 2 classe).
  • Educazione e Sicurezza Stradale per l’ultimo biennio della scuola primaria (4° e 5° elementare)
  • Il programma formativo viene svolto in modo innovativo rispetto ai tradizionali corsi di Educazione Stradale, anche attraverso una serie di semplici giochi e simulazioni, coinvolgendo attivamente gli studenti.
  • Valori trasmessi: Consapevolezza di tutto quello che viene messo in gioco quando si è alla guida e   trasmettere l’importanza di dare valore alla propria vita e a quella degli altri.

Dove e come:

  • Nelle Scuole di 1° e 2° grado  di Milano e Provincia segnalate dai Club Lions.
  • Incontri gratuiti per le scuole promossi e sponsorizzati dai Club Lions.
  • N°   2   incontri, della durata di 2 ore ciascuno, in ogni Istituto (orari: 9-11 e 11-13)
  • Classi Partecipanti: da un minimo di 2 Classi a un massimo di  4  Classi
  • Alunni Partecipanti: da un minimo di 50 studenti a un massimo di 100 studenti (in media  70  studenti ad incontro)
  • Insegnanti per incontro: almeno 2 insegnanti per incontro + eventuali genitori o adulti.

Obiettivi e Numeri  :

  • Sensibilizzazione  di   almeno 5.000 studenti
  • Coinvolgimento    di  300 insegnanti

Sponsor         e          divulgazione iniziative ed eventi:

  • Alpinestars                        Protezione per la schiena
  • Nolan                                   Caschi
  • Golf & Solidarietà Onlus

 

  • Tramite Ufficio stampa.

 

Se le nostre iniziative contribuissero a salvare anche solo una vita umana, ne sarebbe comunque valsa la pena e il nostro impegno e i nostri sforzi non saranno stati vani!